Skip to content

L’ERBALUCE DI ORSOLANI AL VINITALY 2019

di Diego Bellucca – Corso Gastronomo Torino

In Stage presso l’azienda Orsolani Vini.

Dal 7 al 10 aprile si è tenuta la 53esima edizione del Vinitaly, il Salone internazionale del vino e dei distillati a Verona. Un evento unico e mondiale che raccoglie nel complesso di Veronafiere aziende produttrici, buyers, distributori, ristoratori, tecnici, giornalisti, opinion leader e compratori sia italiani sia stranieri per un totale di quasi 130.000 partecipanti.

Mi ha reso felice vedere come l’Erbaluce di Caluso ed il Canavese sono riusciti a farsi spazio e a farsi conoscere ancora di più in questo grande mercato grazie, soprattutto, a cantine come quella per cui collaboro: l’Azienda Agricola Orsolani.

Gianluigi Orsolani, titolare dell’azienda, era presente all’interno del padiglione della Regione Piemonte con un suo stand condiviso con il Castello di Verduno.

Orsolani si distingue per la sua capacità di fare qualità in un areale vitivinicolo poco conosciuto ma ricco di storia e terra di grandi bianchi, spumanti e passiti.

Gli ettari totali di vigna sono 16 divisi tra i comuni di Caluso e San Giorgio Canavese, dove il vitigno autoctono Erbaluce fa da padrone; ma vi sono anche uve a bacca nera come Nebbiolo, Barbera e Neretto di Bairo.

I prodotti di punta della Cantina Orsolani sono “La Rustìa” Erbaluce bianco fermo, vincitore di numerosi premi nazionali, “Il Vintage” che affina due anni in legno e dimostra come l’Erbaluce possa essere adatto ad un invecchiamento e quindi acquisire ancora più struttura ed eleganza.

Il Metodo classico in due versioni: il “Cuvee Tradizione” con 36 mesi sui lieviti e il “1968” con 60 mesi sui lieviti. Infine vi è il passito “Sulè”, uno dei migliori vini passiti italiani, particolare per il suo equilibrio tra dolcezza, acidità e mineralità che non lo rende mai stucchevole.


Anche quest’anno, per l’azienda Orsolani il Vinitaly si conferma un’importante vetrina per promuovere i prodotti e per avere nuovi contatti; allo stand vi è infatti stata una numerosa affluenza sia di compratori stranieri (Americani e Giapponesi), sia di clienti affezionati ma anche nuovi clienti, interessati a scoprire l’Erbaluce e il Canavese. É stato bello infatti raccontare e far conoscere questo territorio che ha molto da offrire e questo vino, autoctono, versatile che va spiegato a 360°, perchè ha sicuramente grandi potenzialità, alcune ancora inespresse.


Diego BELLUCCA

Tecnico Superiore per il controllo, la valorizzazione ed il marketing delle produzioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali – Gastronomo

Quasi Gastronomo. Diplomato in agraria, attualmente stagista presso l’azienda Orsolani vini. Durante il mio percorso di formazione sono stato attratto dal mondo del vino e dalla sua comunicazione e ho deciso che sarebbe dovuto diventare il mio lavoro. Sto frequentando corsi specifici sul settore vitivinicolo tra i quali quello Fisar per diventare Sommelier. Proverò a parlarvi di vino non come una comune e semplice bevanda, ma come sto imparando nel mio percorso, pura emozione sprigionata dal primo gesto in vigna fino all’ultimo sorso nel bicchiere.

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.