ITS Agroalimentare per il Piemonte - Tel. 011/5224330

Vi presentiamo il Gastronomo

Da pochissimo è partito l’ultimo step. Lo step che, dopo un percorso di un anno e mezzo, ci porterà ad essere veramente dei Gastronomi.

Ma cosa significa essere Gastronomi? Chi è questa figura professionale?

Ce lo siamo chiesti spesso e non sempre siamo riusciti a dare una risposta; quando, invece, siamo riusciti a darcela, non è mai stata netta e chiara.

Non esiste una formula per essere un Gastronomo: l’enogastronomia non è matematica, ma pura passione; senza passione non si può lavorare in questo ambito; se non ci si emoziona mentre si sta parlando, ragionando o rapportando con un cibo, un vino o una birra, non si potrà mai fare veramente parte di questo mondo.

Quando si parla di food&beverage, spesso, non prestiamo abbastanza attenzione a cosa questo rappresenti e all’aura di cui è circondato: non è solo questione di caratteristiche organolettiche. Non è solo sapore, colore e consistenza (e tanto basterebbe, per aprire un mondo).

Il cibo è passione ed emozione.

Il cibo è fatto di esaltazione e felicità ma anche di grande disperazione.

Il cibo è storia, è geografia; il cibo è cultura, è tradizione e, al contempo, innovazione.

Il cibo è economia, è politica. E’ società.

Il cibo è fatto di scelte, più o meno consapevoli, più o meno indotte.

Il cibo è salute.

Il cibo è uomo poiché noi siamo ciò che mangiamo ed il cibo ci accompagna dalla nostra nascita, investendo la nostra vita a 360° (Savarin docet!).

Essere coscienziosamente appassionati del mondo enogastronomico porta, inevitabilmente, ad approfondire tutti questi aspetti.  

Potremmo definire il Gastronomo come un soggetto curioso, studioso, appassionato; un umanista dotato di competenze tecniche, capace di analizzare, migliorare e porre in valore un alimento, una filiera.

Ragionando sulla difficoltà di individuazione della figura del Gastronomo, abbiamo quindi sentito l’esigenza di raccontare il nostro viaggio, e quello di tutti coloro che da un anno e mezzo a questa parte hanno creduto in noi, aiutandoci ad apprendere, fornendoci un’intuizione, un’emozione, un metodo di lavoro, aprendoci le porte delle loro realtà produttive.

Con l’augurio di riuscire a trasmettervi l’entusiasmo con cui abbiamo intrapreso questa avventura… Buon viaggio!

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.